Design e Artigianato, Arti Applicate e Decorative

Editoriale

anno XXXII-XXXIII n. 4/21-1/22 (124 – 125) Ott 2021/Mar 2022

Lo scorso numero ci siamo lasciati dicendo che le fiere sono lo specchio del mercato; se vanno bene le fiere, vuol dire che il mercato va altrettanto bene. Dopo i positivi risultati del Salone del Mobile, dell’Homi Milano, della GiftFair Catania, e del Vebo Napoli, è evidente l’ottimo andamento del mercato. Al punto che molti fornitori, in particolare gli importatori, stentano a stargli dietro, mentre i produttori del Made In Italy attraversano un trend con incrementi percentuali mai visti negli ultimi dieci anni, riuscendo a essere mediamente più puntuali nelle consegne. Per il futuro… a buon intenditore poche parole. Certo che non siamo ancora ai livelli pre covid, ma se la situazione generale dei vaccini eviterà nuove chiusure, siamo convinti che il 2022 sarà un anno favoloso. Si dice che la pandemia abbia accelerato le tendenze già in atto, che magari prima del fatidico lockdown di marzo 2020 stentavano a imporsi nel mercato. L’e-commerce nel nostro settore non fa eccezione. Da un lato, c’è l’Italia che prima era il fanalino di coda per incidenza delle vendite online e ora presenta numeri più interessanti, ma in ogni caso contenuti se paragonati a quelli dei Paesi tradizionalmente protagonisti nei consumi digitali: l’espansione potrebbe essere soltanto agli inizi. Dall’altro, c’è l’estero, dove l’appeal del Made in Italy è forte, ma per entrarvi servono risorse e programmi di espansione ben definiti, soprattutto in fatto di marketing e comunicazione. Senza dimenticare le potenzialità del B2B, ora che i negozianti non hanno più le risorse di un tempo da investire per fare scorta di merci in magazzino e potranno o dovranno perciò ricorrere all’online come canale di approvvigionamento. La strategia vincente delle piattaforme specializzate, anche per contrastare la concorrenza che sarà sempre

più agguerrita, diventerà quella del servizio e delle produzioni personalizzate, che rappresentano anche uno strumento per aumentare una marginalità inadeguata. Nei prossimi mesi, riteniamo che possano esserci ulteriori sviluppi.
Auguriamo un ottimo 2022. 

Cordialmente

Giovanni Mirulla

Uscite

Anni

Da oltre 30 anni D’A è una rivista che si occupa di design e artigianato in tutte le sue forme, tradizionali e moderne. 

Fin dalla sua fondazione, la rivista D’A ha testimoniato i molteplici aspetti dell’artigianato, ed è stata anche occasione per costituire un archivio di opere

Prime di copertina è stato ideato con la finalità di raccogliere le opere degli artisti dei vari settori dell’artigianato e delle arti applicate decorative.

Abbonati alla rivista D’A

© Copyright Emil Srls | P.IVA 05221150872 | Credits | Privacy